e-Government e Open Data

Agenda DIGITALE

I contenuti della AGENDA DIGITALE sono tutti ottimi propositi. Vanno riempiti con soluzioni tecniche ed iter procedurali adeguati. Dando per scontato - non so fino a che punto - un adeguamento tecnologico e normativo tra le diverse PA che dovranno "parlarsi" pongo alcune osservazioni legate piu' alla fruibilita' dei nuovi Servizi. In primo luogo penso alle persone anziane e a tutta quella platea di persone poco scolarizzateda un punto di vista informatico. Che fanno? Chi li aiuta? Come fanno a tenersi aggiornati? Chi non ha una email , non PEC ma una email e meno che meno un PC con collegamento in Rete come fa? A chi devono rivolgersi? Alla PA, intesa in generale come Istituzione. Qui si presenta un problema di avere Personale e Risorse in generale adeguate come formazione e come rapporto con il prossimo. Senza contare gli aspetti organizzativi del tipo : ci deve essere un unico front end per il Cittadino per dialogare con tutte le PA dal medico di base al Tribunale. Secondo problema. Con tutta la mole di dati che saranno disponibili in Rete chi certifica che la validita' dei dati, delle informazioni e dei contenuti sono corretti? Ci potremmo trovare in situazioni di frote informnatica dei dati; manipolazione delle informazioni; cambio delle identita'. Siamo atrezzati per questo? Buon lavoro.................

Tags

Voting

5 votes
5 up votes
0 down votes
Active
Idea No. 423