Smart Cities & Communities

Implementare l'agenda digitale locale

Attribuire al territorio, in termini di risorse e responsabilità, il ruolo di impresario di un'azione di concertazione dei processi innovativi, che selezioni competenze e saperi connettendoli a risorse e bisogni, secondo le caratteristiche e le peculiarità territoriali.

In particolare ed in concreto, ciò può avvenire:

1. definendo dei servizi minimi online da garantire a tutti i cittadini;

2. implementando l’Agenda Digitale Locale, uno strumento per l’empowerment dei Comuni piccoli e medi ed anche uno strumento di programmazione a livello territoriale per realizzare la trasformazione dell’amministrazione pubblica locale con le nuove tecnologie ed il miglioramento dei servizi locali per via digitale;

3. definendo ed attuando politiche territoriali di cooperazione con gli operatori per una rapida copertura in banda larga delle aree scoperte, stimolando il ricorso a tecnologie alternative anche dove questo appaia antieconomico, e contribuendo così a creare le condizioni economiche per l'istituzione della banda larga come servizio universale.

Esperienze virtuose di questo modello sono presenti in diversi campi, come in quelli della promozione dei servizi al cittadino (vedi il circuito dei comuni emiliani), dello sviluppo di soluzioni tecnologiche (vedi i servizi di geo-referenziazione delle regioni Abruzzo e Piemonte), della promozione di Start Up (vedi le esperienze del Comune di Napoli in collaborazione con il locale Politecnico).

 

Proposta estratta dall'ebook "Metti in agenda il futuro del Paese", a cura dell'associazione Stati Generali dell'Innovazione

Tags

Voting

19 votes
19 up votes
0 down votes
Active
Idea No. 152