Competenze Digitali

Un libro digitale per la Scuola Primaria

Siamo due docenti di scuola primaria. Riteniamo che le tecnologie non debbano sostituirsi alla didattica “tradizionale” ma integrarsi ad essa. Secondo noi un notevole contributo all’innovazione è costituito dalla versione digitale dei libri di testo che gli alunni hanno in adozione. Non un semplice pdf, ma un libro digitale, interattivo e personalizzabile che consenta la manipolazione e la rielaborazione dei contenuti con strumenti interni al libro stesso.

Il libro digitale potrà affiancare quello cartaceo ed essere utilizzato in classe (condiviso per esempio sulla LIM, su uno schermo da proiezione o su un computer) nel momento della spiegazione, durante l’interrogazione, o per attività di ricerca e rielaborazione collettiva o in piccolo gruppo.

Ogni alunno dovrebbe avere la sua versione da utilizzare anche a casa per lo studio e la ricerca individuali (magari affiancato dai genitori).

Il libro dovrebbe anche prevedere:

- link al web (selezionati ad hoc) per approfondimenti disciplinari/interdisciplinari;

- attività di autovalutazione, verifica, consolidamento, potenziamento con la possibilità di salvarle in una sorta di portfolio personale, da inviare all’insegnante, salvare su memoria esterna o stampare e portare a scuola (se eseguiti a casa);

- alcune “pagine bianche” per esercizi o attività estemporanee decise dall’alunno o dall’insegnante, anche sottoforma di verifica;

- attività individuali e in piccolo gruppo;

- possibilità di personalizzazione da parte dei bambini, anche per quanto riguarda la grafica, (per esempio: colore di fondo, scelta di un personaggio guida tra quelli proposti, inserimento di altri contenuti: testi, immagini…)

Ogni casa editrice dovrebbe offrire alle scuole un pacchetto contenente:

- il libro digitale per ogni alunno;

- l’indicazione di alcuni semplici programmi open source per: costruire libri digitali, mappe mentali e concettuali, diagrammi per la risoluzione di problemi; disegnare e manipolare immagini; registrare e manipolare audio.

 

Emanuela Bramati e Marinella Molinari

Tags

Voting

29 votes
32 up votes
3 down votes
Active
Idea No. 159