e-Commerce

trasporti intelligenti + pagamenti con smart card

L'idea si ispira a pratiche di pagamento attraverso smart card ricaricabili dagli utenti (Octopus Card a Hong Kong e la Oyster Card a Londra).

Si propone di istituire tale metodologia di pagamento per i mezzi di trasporto pubblici (eliminando così il vecchio biglietto cartaceo e facilitando la riduzione di utenti che non pagano il biglietto) e per piccole spese (fino a un massimo di 100 euro) sia nelle pubbliche amministrazioni che nel privato.

Questa smart card può essere nominale (e.g. per studenti e anziani per poter usufruire di tariffe agevolate sui mezzi di trasporto o nei musei) o "anonima".

All'acquisto viene richiesta un piccola cauzione (5 euro ?) che verrà resa, assieme al credito residuo, all'utente in caso di restituzione della carta.

I vantaggi di un tale sistema di pagamento sono molteplici: riduzione dei tempi di pagamento, tracciabilità dei pagamenti ma senza "monitorare" l'utente (mantenimento della privacy), lotta all'evasione fiscale e maggiore sicurezza (minore denaro contante in circolazione). Nelle città a vocazione turistica (Renzi, la Carta Giglio a Firenze?), un tale mezzo di pagamento faciliterebbe anche la vita dei turisti stessi e dei commercianti.

Gli esempi di Hong Kong (20 milioni di carte - http://en.wikipedia.org/wiki/Octopus_card) e di Londra sono di grande successo.

Questo è un investimento che ha dei grandi rientri, ma che per un progetto pilota sarebbe interessante esplorare la possibilità di grant della UE.

Tags

Voting

21 votes
24 up votes
3 down votes
Active
Idea No. 121