e-Government e Open Data


In questa sezione si possono proporre idee e votare o commentare quelle esistenti, relative al gruppo di lavoro "E-Government".
In questa Guida troverai suggerimenti su come scrivere le tue idee e i termini di utilizzo e consigli per una buona convivenza di questo spazio.

Gli obiettivi del tavolo, possibile base di partenza per la discussione, sono elencati qui.

Qui di seguito sono elencati alcuni temi identificati attraverso parole chiave e associati ai contenuti del gruppo di lavoro. Questi intendono fornire un'ulteriore fonte di ispirazione (non esaustiva) per la proposta e discussione di idee.

Temi: valorizzazione del patrimonio informativo pubblico; interoperabilità sistemi informativi; sistemi di monitoraggio per la PA; efficienza energetica della PA; open source; open data; apps; basi dati di interesse nazionale; cloud computing; codice della Amministrazione Digitale (CAD); sistema Pubblico di Connettività e cooperazione (SPC); carta d’identità elettronica; fascicolo sanitario elettronico; pagamenti elettronici della PA; diffusione e qualità servizi online (PEC, firma digitale, etc.); public procurement innovativo; co-design e innovazione di sistemi pubblici; trasparenza e accountability; partecipazione pubblica e ingaggio della cittadinanza.

e-Government e Open Data

Benchmark dinamico per gli acquisti della PA

Un DB Open, popolato da ciascuna stazione appaltante della PA coi dati relativi agli acquisti effettuati: categoria e descrizione del bene, prezzo spuntato. Il "miglior prezzo raggiunto" diventa benchmark fino a quando non viene ulteriormente ribassato. Tutte le stazioni appaltanti sono obbligate a conformarsi al benchmark per fissare la base d'asta. Le stazioni appaltanti che detengono il maggior numero di benchmark ...more »

Submitted by

Voting

16 votes
18 up votes
2 down votes
Active

e-Government e Open Data

open source

Imporre una buona volta che i software usati dalla pa siano a codice aperto. Mai più software proprietario che non permette di essere migliorato da tutti . favoriamo le estensioni e formati aperti in modo tale che non ci siano spese inutili per possedere i software necessari alla loro lettura . Inutile pagare software proprietario. Sfruttare le molte realtà italiane che lavorano con open source , credendo in loro e muovendo ...more »

Submitted by

Voting

45 votes
50 up votes
5 down votes
Active

e-Government e Open Data

Rendere pubblici e gratuiti i controlli sul codice fiscale/P.IVA

L'Agenzia delle Entrate, attraverso Sogei renda disponibile gratuitamente a tutti i cittadini/imprese, il servizio online di verifica del codice fiscale/partita iva, senza richiedere autenticazione. Esistono già dal 2006, presso SOGEI, i modelli formali del servizio. In termini pratici: un app e un web service che richiedano: - Codice fiscale da verificare - Cognome - Nome - Sesso - Data di nascita - Luogo di nascita ...more »

Submitted by

Voting

15 votes
15 up votes
0 down votes
Active

e-Government e Open Data

Riduzione spesa pubblica scuole

1. eliminare costi e manutenzione fax invitando gli enti pubblici (scuole) a comunicare via mail/Pec. 2. dotarsi di cell (costo 20 euro) con sim (a sec. chiamate senza scatto alla risposta) per l'individuazione dei supplenti per i docenti assenti: sperpero di chiamate da rete fissa a cell circa 30 chiamate al giorno per ogni scuola (si chiama solo per un giorno di assenza del personale titolare) 3. un assistente tecnico ...more »

Submitted by

Voting

15 votes
17 up votes
2 down votes
Active

e-Government e Open Data

FIRMA digitale remota e nuovo servizio su ITALIA.GOV.IT

Con le recenti modifiche normative è possibile firmare un documento elettronico senza utilizzare smart-card da inserire nei lettori. L'idea è che il crescente uso delle reti telematiche fornisce la possibilità di firmare e verificare le firme digitali e le firme elettroniche qualificate con il numero minore possibile di passaggi. Ma a che serve ? Si può usare solo la PEC ? Per le istanze da presentare alle PA la PEC non ...more »

Submitted by

Voting

7 votes
8 up votes
1 down votes
Active

e-Government e Open Data

Ingresso di dirigenti informatici con competenze organizzative

E' importante introdurre dirigenti informatici con competenze organizzative derogando al blocco delle assunzioni. La maggior parte dei posti dirigenziali dedicati a figure informatiche, sono in realtà occupate de dirigenti con lauree in altri settori (giurisprudenza, economia e commercio, lettere, etc..) o sono vacanti, retti ad interim da dirigenti di altri uffici. L'introduzione di tecnologie innovative, il rapporto ...more »

Submitted by

Voting

61 votes
64 up votes
3 down votes
Active

e-Government e Open Data

Uso dello standard Schema.org nei siti della PA

Creazione di uno o più vocabolari al fine di rendere i siti della PA rispettosi delle regole del Web Semantico, in particolar modo rispetto allo standard definito da schema.org, definito da Google, Bing e Yahoo. Un sito schema.org compatibile permetterebbe ai cittadini di rintracciare in maniera omogenea, su tutto il territorio nazionale, servizi, attività, organizzazioni/enti, informazioni turistiche e culturali. ...more »

Submitted by

Voting

9 votes
19 up votes
10 down votes
Active

e-Government e Open Data

Software libero e cittadinanza

Cittadinanza implica comunicazione e memoria. Già oggi e, in prospettiva, sempre di più, queste funzioni sono veicolate tramite l'informatica, non più tramite la scrittura. Così come l'alfabetizzazione e l'uso, da parte dell'amministrazione, della lingua corrente, sono state grandi conquiste di "cittadinanza", è necessario che i codici informatici che veicolano comunicazione e memoria ritornino ad essere di pubblico dominio. ...more »

Submitted by

Voting

18 votes
21 up votes
3 down votes
Active