Ricerca e Innovazione


In questa sezione si possono proporre idee e votare o commentare quelle esistenti, relative al gruppo di lavoro "Ricerca e Innovazione".
In questa Guida troverai suggerimenti su come scrivere le tue idee e i termini di utilizzo e consigli per una buona convivenza di questo spazio.

Gli obiettivi del tavolo, possibile base di partenza per la discussione, sono elencati qui.

Qui di seguito sono elencati alcuni temi identificati attraverso parole chiave e associati ai contenuti del gruppo di lavoro. Questi intendono fornire un'ulteriore fonte di ispirazione (non esaustiva) per la proposta e discussione di idee.

Temi: programmazione e gestione integrata fondi nazionali ed europei, iniziative congiunte tra imprese e organismi di ricerca, incentivare l’investimento privato, leva fiscale per sostegno ricerca e sviluppo, ambiente favorevole per di start up innovative, Data Center, imprese italiane e progetti pilota Europei, valutazione ex-ante/itinere/ex-post dei progetti di ricerca e innovazione, Partnership Pubblico-Privato per partecipazione bandi CIP, programmi nel settore della difesa/aerospazio, Liberalizzazioni, Piattaforme di cooperation/ coo-petition, Open source, Crowdsourcing, Venture Capital, sistemi di garanzia, credito agevolato.

Ricerca e Innovazione

Sviluppo Legimatica pro PA

La Legimatica è la disciplina che studia e sviluppa modelli informatici applicabili all'attività di produzione legislativa.

Approvare provvedimenti normativi redatti secondo modelli più snelli e a strutturati permetterebbe, oltre alla migliore comprensione umana, la gestione automatizzata di essi e dei processi di gestione degli atti che ne a derivano (per esempio monitoraggio appalti, contenziosi ecc.).

Submitted by

Voting

7 votes
7 up votes
0 down votes
Active

Ricerca e Innovazione

Hub nazionale per la diffusione dei risultati della ricerca

I risultati della ricerca universitaria in Italia molto spesso restano archiviati in libri che sono pubblicati con un numero limitato di copie e con bassi indici di distribuzione. Gli eventi per la diffusione si limitano all'incontro finale tra tutti i partecipanti della ricerca (di solito diverse unità di diverse università). C'è un tesoro nascosto in queste pubblicazioni che non è conosciuto dagli italiani e non è tradotto ...more »

Submitted by

Voting

131 votes
134 up votes
3 down votes
Active

Ricerca e Innovazione

Rendere Pubblici i Brevetti delle Universita'

Tutte le universita' conducono attivita' di ricerca, ma i risultati non sono divulgati ed anzi vengono registrati in forma di brevetto e ceduti dietro pagamento di royalties. Date le cifre irrisorie raccolte in questo modo (e.g. Universita' di Padova, 75.195 euro nell'anno 2010 - http://www.unipd.it/unipdWebServices/ShowBinary/wwwunipd/FILE/documenti/nucleo/doc/RapportoAnnuale2010.pdf ) penso sarebbe molto piu' utile ...more »

Submitted by

Voting

9 votes
15 up votes
6 down votes
Active

Ricerca e Innovazione

Innovazione e Ricerca nelle Università

Il MIUR in qualità di Ministero della pubblica Istruzione, delle Università e della Ricerca potrebbe munirsi di strumenti di modellazione e gestione della conoscenza STANDARD da fare utilizzare agli Universitari e ai Ricercatori, in modo da ottenere un pre-elaborato delle ricerche svolte, da includere in una ontologia di utilità "comune", consultabile da tutti. Ciascun contribuente alla costruzione degli elementi dell'ontologia ...more »

Submitted by

Voting

5 votes
6 up votes
1 down votes
Active

Ricerca e Innovazione

Università e Sviluppo

Per aumentare il PIL di un paese serve ammodernizzare e sviluppare nuove industrie di settore per fare questo si deve produrre operai specializzati capaci, ingegneri e fisici innovativi.iIl 3 anni di ingegneria (ed altri corsi scientifici ) ed il 2 di specializzazione può dare un apporto notevole per esempio: triennio ingegneria elettronica biegno ingegneria elettrica oppure ingegneria delle telecomunicazioni, oppure ...more »

Submitted by

Voting

0 votes
0 up votes
0 down votes
Active

Ricerca e Innovazione

Nuovo meccanismo di valorizzazione della ricerca universitaria

Generalmente i risultati della ricerca ritenuti degni di valore vengono brevettati in Italia (a costi contenuti); successivamente viene seguita in genere la procedura PCT (sostanzialmente si hanno 30 mesi per decidere se e dove estendere il brevetto); un meccanismo palese basato su divulgazione del brevetto e con valori di cessione licenze decrescenti all'avvicinarsi della scadenza potrebbe creare più attenzione e competizione ...more »

Submitted by

Voting

14 votes
14 up votes
0 down votes
Active

Ricerca e Innovazione

Istituto di manifattura digitale

Fondare un istituto che si occupi del finanziamento e pianificazione dell'apertura di fablab e makerspace nei prossimi 10 anni in Italia con il focus su open design, open source, manifattura e sostenibilità per facilitare lo sviluppo di nuove forme di lavoro collaborativo - il digitale non è mai stato così concreto

Submitted by

Voting

34 votes
38 up votes
4 down votes
Active

Ricerca e Innovazione

Patrimonio culturale: Tutela, Formazione, Nuova occupazione

Inquadramento Gli ingenti danni al patrimonio culturale della Regione Emilia Romagna causati dagli eventi sismici iniziati il 19 maggio 2012 e tutt’ora in atto, ci hanno indotto a riesaminare e ad unificare in un unico processo le differenti metodologie oggi esistenti relative all’individuazione dei beni culturali oggetto di tutela ai fini della valutazione e riduzione del rischio sismico. Il progetto “Monitoraggio ...more »

Submitted by

Voting

2 votes
4 up votes
2 down votes
Active

Ricerca e Innovazione

Riconoscimento biometrico

Vorrei suggerire, data l'evoluzione delle tecnologie relative, se non sia il caso di rivalutare il riconoscimento biometrico, analizzando quali sono le odierne possibilità.

 

Sarebbe d'aiuto in moltissimi campi:

- lotta alla criminalità

- identificazione personale sicura

- lotta ai furti di identità

- sistemi di pagamento

 

etc. etc

Submitted by

Voting

11 votes
11 up votes
0 down votes
Active

Ricerca e Innovazione

Start-up accademiche per la PA

In Italia ogni anno nascono numerose start-up da attività di ricerca nell'ICT. Sarebbe utile incentivare l'adozione da parte della PA italiana (locale e centrale) dei prodotti di queste promettenti realtà. Si tratterebbe quindi di finanziare queste nuove imprese indirettamente, dando fondi specifici ai possibili utilizzatori.

Submitted by

Voting

6 votes
9 up votes
3 down votes
Active

Ricerca e Innovazione

Una banca per gli investimenti in startup

Sostituire i finanziamenti (che spesso non sono supportati da meccanismi di tutoring) con gli investimenti, così come avviene per i venture capital, parte del danaro pubblico potrebbe essere utilizzato per investire in startup in grado di competere sul mercato mondiale e creare vero sviluppo e occupazione. Altre Nazioni, tra cui Israele, USA, Chile stanno già camminando da anni in questo senso.

Submitted by

Voting

17 votes
18 up votes
1 down votes
Active