Ricerca e Innovazione


In questa sezione si possono proporre idee e votare o commentare quelle esistenti, relative al gruppo di lavoro "Ricerca e Innovazione".
In questa Guida troverai suggerimenti su come scrivere le tue idee e i termini di utilizzo e consigli per una buona convivenza di questo spazio.

Gli obiettivi del tavolo, possibile base di partenza per la discussione, sono elencati qui.

Qui di seguito sono elencati alcuni temi identificati attraverso parole chiave e associati ai contenuti del gruppo di lavoro. Questi intendono fornire un'ulteriore fonte di ispirazione (non esaustiva) per la proposta e discussione di idee.

Temi: programmazione e gestione integrata fondi nazionali ed europei, iniziative congiunte tra imprese e organismi di ricerca, incentivare l’investimento privato, leva fiscale per sostegno ricerca e sviluppo, ambiente favorevole per di start up innovative, Data Center, imprese italiane e progetti pilota Europei, valutazione ex-ante/itinere/ex-post dei progetti di ricerca e innovazione, Partnership Pubblico-Privato per partecipazione bandi CIP, programmi nel settore della difesa/aerospazio, Liberalizzazioni, Piattaforme di cooperation/ coo-petition, Open source, Crowdsourcing, Venture Capital, sistemi di garanzia, credito agevolato.

Ricerca e Innovazione

Finanziamenti rapidi per Start-up

Stabilire per legge corsie preferenziali per permettere una rapida valutazione sulle opportunità di finanziamento pubblico per l'avvio di Start-up per business ad alto contenuto tecnologico.

Impensabile continuare ad avere tempi medi di analisi e valutazione dei business plans di 12-18 mesi, così rischiando di tagliare fuori dal mercato delle tecnologie le nuove imprese che ancora devono nascere.

Submitted by

Voting

33 votes
50 up votes
17 down votes
Active

Ricerca e Innovazione

UniInnoVA

A me piace immaginare che un giorno di un anno a piacere un tizio, custode di una nano-idea, partorita osservando il processo industriale della micro-aziendina in cui è impiegato oppure semplicemente osservando i problemi quotidiani e legata al più disparato settore tecnologico, entri nel Politecnico o nell'Università della città più vicina al suo paesello in cui vive e chieda: "Buongiorno, Dove posso trovare l'Ufficio ...more »

Submitted by

Voting

3 votes
4 up votes
1 down votes
Active

Ricerca e Innovazione

Rendere Pubblici i Brevetti delle Universita'

Tutte le universita' conducono attivita' di ricerca, ma i risultati non sono divulgati ed anzi vengono registrati in forma di brevetto e ceduti dietro pagamento di royalties. Date le cifre irrisorie raccolte in questo modo (e.g. Universita' di Padova, 75.195 euro nell'anno 2010 - http://www.unipd.it/unipdWebServices/ShowBinary/wwwunipd/FILE/documenti/nucleo/doc/RapportoAnnuale2010.pdf ) penso sarebbe molto piu' utile ...more »

Submitted by

Voting

9 votes
15 up votes
6 down votes
Active

Ricerca e Innovazione

Start-up accademiche per la PA

In Italia ogni anno nascono numerose start-up da attività di ricerca nell'ICT. Sarebbe utile incentivare l'adozione da parte della PA italiana (locale e centrale) dei prodotti di queste promettenti realtà. Si tratterebbe quindi di finanziare queste nuove imprese indirettamente, dando fondi specifici ai possibili utilizzatori.

Submitted by

Voting

6 votes
9 up votes
3 down votes
Active

Ricerca e Innovazione

Mettere in rete l’intera filiera dell’ Innovazione

Mettere in rete l’intera filiera dell’Innovazione - Università, Impresa, Credito, Territorio - è la misura chiave per rendere possibile una politica economica centrata sull’ innovazione come motore della crescita e dello sviluppo del nostro paese. Il nostro sistema dell’innovazione funziona oggi con grandi difficoltà: 1. la Ricerca sviluppata dalle università e dai centri di ricerca solo raramente riesce a trasformarsi ...more »

Submitted by

Voting

13 votes
13 up votes
0 down votes
Active

Ricerca e Innovazione

Un piano per il rilancio del settore ICT

La proposta è di promuovere un programma di riqualificazione con diverse azioni che investano le imprese Italiane, soprattutto PMI, le filiali delle multinazionali, le Università e gli enti di ricerca. Ogni azione andrebbe orientata a promuovere un deciso scatto in avanti dell’ICT nostrana sul terreno dell’innovazione; un impegno che sappia appoggiarsi sui rari punti di forza che abbiamo e aprirsi a tutti coloro che vogliono ...more »

Submitted by

Voting

16 votes
17 up votes
1 down votes
Active

Ricerca e Innovazione

Innovazione e Ricerca nelle Università

Il MIUR in qualità di Ministero della pubblica Istruzione, delle Università e della Ricerca potrebbe munirsi di strumenti di modellazione e gestione della conoscenza STANDARD da fare utilizzare agli Universitari e ai Ricercatori, in modo da ottenere un pre-elaborato delle ricerche svolte, da includere in una ontologia di utilità "comune", consultabile da tutti. Ciascun contribuente alla costruzione degli elementi dell'ontologia ...more »

Submitted by

Voting

5 votes
6 up votes
1 down votes
Active

Ricerca e Innovazione

Istituto di manifattura digitale

Fondare un istituto che si occupi del finanziamento e pianificazione dell'apertura di fablab e makerspace nei prossimi 10 anni in Italia con il focus su open design, open source, manifattura e sostenibilità per facilitare lo sviluppo di nuove forme di lavoro collaborativo - il digitale non è mai stato così concreto

Submitted by

Voting

34 votes
38 up votes
4 down votes
Active

Ricerca e Innovazione

Una banca per gli investimenti in startup

Sostituire i finanziamenti (che spesso non sono supportati da meccanismi di tutoring) con gli investimenti, così come avviene per i venture capital, parte del danaro pubblico potrebbe essere utilizzato per investire in startup in grado di competere sul mercato mondiale e creare vero sviluppo e occupazione. Altre Nazioni, tra cui Israele, USA, Chile stanno già camminando da anni in questo senso.

Submitted by

Voting

17 votes
18 up votes
1 down votes
Active

Ricerca e Innovazione

Sviluppo Legimatica pro PA

La Legimatica è la disciplina che studia e sviluppa modelli informatici applicabili all'attività di produzione legislativa.

Approvare provvedimenti normativi redatti secondo modelli più snelli e a strutturati permetterebbe, oltre alla migliore comprensione umana, la gestione automatizzata di essi e dei processi di gestione degli atti che ne a derivano (per esempio monitoraggio appalti, contenziosi ecc.).

Submitted by

Voting

7 votes
7 up votes
0 down votes
Active