Ricerca e Innovazione

Nomina Direttore dell'Agenzia Digitale Italiana & co.

Credo che nomine di questa importanza vadano sottratte al più presto all'usuale mercanteggiamento tra partiti. Anche in considerazione che bandi e selezioni in questo settore convincono sempre meno. Sono nomine che sarebbe opportuno passassero attraverso condidature in grado ottenere il consenso degli Enti di Ricerca, delle Università e delle realtà economiche importanti operanti nel settore dell'innovazione, Anche solo ...more »

Submitted by
Add your comment

Voting

13 votes
13 up votes
0 down votes
Active

Ricerca e Innovazione

Nuovo meccanismo di valorizzazione della ricerca universitaria

Generalmente i risultati della ricerca ritenuti degni di valore vengono brevettati in Italia (a costi contenuti); successivamente viene seguita in genere la procedura PCT (sostanzialmente si hanno 30 mesi per decidere se e dove estendere il brevetto); un meccanismo palese basato su divulgazione del brevetto e con valori di cessione licenze decrescenti all'avvicinarsi della scadenza potrebbe creare più attenzione e competizione ...more »

Submitted by
Add your comment

Voting

14 votes
14 up votes
0 down votes
Active

Ricerca e Innovazione

"User Generated Company"

Il recente decreto liberalizzazioni offre ai giovani la possibilità di costituire una SRl con 1 euro di capitale e senza spese notarili. Io vorrei andare oltre e sviluppare un sistema web dove sia realmente possibile, e poco costoso, costituire, finanziare, gestire, sviluppare, e internazionalizzare un'impresa senza dover accedere a servizi off-line. Io propongo, la mia idea imprenditoriale e chiedo a chiunque di voler ...more »

Submitted by
2 comments

Voting

14 votes
14 up votes
0 down votes
Active

e-Government e Open Data

Software gratuiti a tutti i Comuni, interoperabili con portali

Purtroppo nella maggior parte degli enti locali del italiano l’Amministrazione Digitale è ancora qualcosa di non ben definito. L’alfabetizzazione informatica è carente, i Comuni non investono nell’innovazione e prediligono figure esterne all’amministrazione piuttosto che esperti informatici interni, con tutti i rischi connessi alla sicurezza dei dati. La formazione è il primo passo, ma non basta. Per agevolare il processo ...more »

Submitted by
7 comments

Voting

16 votes
19 up votes
3 down votes
Active

Ricerca e Innovazione

UniInnoVA

A me piace immaginare che un giorno di un anno a piacere un tizio, custode di una nano-idea, partorita osservando il processo industriale della micro-aziendina in cui è impiegato oppure semplicemente osservando i problemi quotidiani e legata al più disparato settore tecnologico, entri nel Politecnico o nell'Università della città più vicina al suo paesello in cui vive e chieda: "Buongiorno, Dove posso trovare l'Ufficio ...more »

Submitted by
3 comments

Voting

3 votes
4 up votes
1 down votes
Active

Competenze Digitali

Docenti in rete e materiale didattico autoprodotto

Premessa: molti docenti che insegnano la stessa materia nello stesso tipo di istituto potrebbero collaborare tra loro, anche se in città o regioni diverse, grazie ad intenet. Ma questo in genere non avviene per molti motivi. Obiettivo: premiare i docenti che, avendo in comune interessi e/o tipologia di studenti, collaborano tra loro per autoprodurre materiale didattico opensource, anche con la collaborazione degli alunni. ...more »

Submitted by
17 comments

Voting

80 votes
108 up votes
28 down votes
Active

Competenze Digitali

Dal libro di testo al remix digitale

Il libro di testo, nella scuola italiana, è stato il pilastro della didattica e lo strumento di apprendimento per un'intera epoca storica: quella della stampa, della cultura di massa e del monopolio della conoscenza. Con il digitale e la rete quest'epoca è finita: gli studenti usano computer, internet, tablet ed ogni dispositivo mobile collegato alla rete per comunicare, informarsi ed anche studiare. Il cambiamento ...more »

Submitted by
53 comments

Voting

209 votes
270 up votes
61 down votes
Active

Ricerca e Innovazione

Finanziamenti rapidi per Start-up

Stabilire per legge corsie preferenziali per permettere una rapida valutazione sulle opportunità di finanziamento pubblico per l'avvio di Start-up per business ad alto contenuto tecnologico.

Impensabile continuare ad avere tempi medi di analisi e valutazione dei business plans di 12-18 mesi, così rischiando di tagliare fuori dal mercato delle tecnologie le nuove imprese che ancora devono nascere.

Submitted by
4 comments

Voting

33 votes
50 up votes
17 down votes
Active